close

Biografia di  Kurt Schwitters

1887 – Kurt Schwitters, pittore, scultore e poeta, Kurt Schwitters rappresenta l’esponente unico ed incontrastato del movimento Dada di Hannover. Nasce ad Hannover il 20 giugno, da Henriette e Eduard Schwitters, in una famiglia appartenente alla media borghesia.

1908-1914 – Studia alle accademie di belle arti di Dresda e Berlino.

1915 – Si sposa con Helma Fischer, dalla quale avrà un figlio, Ernst, nel 1918.

1917-1918 – Studia architettura al politecnico di Hannover. Nel frattempo intrattiene i primi rapporti con la pittura espressionista attraverso la sua collaborazione con la rivista d’avanguardia “Der Sturm”, sulla quale pubblica scritti in prosa e poesia ed alcuni articoli.

Durante la prima guerra mondiale viene arruolato nell’esercito solo per pochi mesi e poi congedato per inadeguatezza al servizio militare.

1918 – Espone per la prima volta le sue opere alla Galerie Der Sturm a Berlino e l’anno successivo parteciperà, ancora presso la galleria berlinese, ad una mostra collettiva assieme a Paul Klee . In questo ambiente viene a contatto con gli esponenti del gruppo dada di Berlino e Colonia: Raoul Hausmann, Hannah  Hoch e  Hans Arp. Con il gruppo berlinese nascono alcuni contrasti, derivanti dal fatto che Schwitters non si schiera politicamente in modo aperto, contrariamente ai dadaisti.

Dopo la fine della prima guerra mondiale, Schwitters si stabilisce ad Hannover ed inizia a lavorare alle sue opere “Merz”.

1920 – Espone per la prima volta alla “Société Anonyme” fondata da Duchamp e Man Ray a New York.

1921 – Incontra Theo van Doesburg, con il quale parteciperà due anni dopo alla “Campagna Dada” in Olanda.

1923 – Inizia a lavorare alla costruzione della “Merzbau” nello studio nel suo appartamento di Hannover. A questa opera Schwitters lavorerà per i successivi quattordici anni, per poi vederla rasa al suolo da un bombardamento durante la seconda guerra mondiale, nel 1943. Nello stesso anno viene pubblicato il primo numero della rivista da lui fondata e diretta: “Merz”, la cui pubblicazione proseguì fino al 1932.

1924 – Schwitters fonda l’agenzia pubblicitaria “Merz Werbezentrale”.

1924 – Recita la poesia sonora “Die Sonate in Urlauten” al Bauhaus.

Anni ’30 – Aderisce ai gruppi astrattisti “Cercle e carré”, con il quale espone a Parigi nel 1930, e “Abstraction-Création”, sulla cui rivista pubblica alcuni scritti nel 1932.

1932 – Entra nel Partito Social Democratico.

1936 – Le sue opere vengono esposte nelle mostre “Cubism and Abstract Art” e “Fantastic Art, Dada and Surrealism” al MoMa (Museum of Modern Art) di New York.

1937 – Emigra in Norvegia a causa dell’affermazione del regime nazista e della censura da esso rivolta alla cosiddetta “arte degenerata”, l’arte delle avanguardie, in cui sono incluse le opere di Schwitters.

1940 – La Norvegia viene occupata dalle truppe naziste e Schwitters fugge a Londra con il figlio, dopo essere stato internato per più di un anno nell’Isola di Man. A Londra l’artista tedesco si sente solo: pochissimi conoscono le sue opere e non si sente apprezzato. Avrà un’unica mostra personale alla Modern Art Gallery londinese nel 1944.

In Inghilterra Schwitters trascorrerà il resto della sua vita, anche dopo la fine della seconda guerra mondiale, trasferendosi ad Ambleside assieme ad Edith Thomas, conosciuta nei primi anni trascorsi a Londra.

Ad Ambleside Schwitters viene colpito da alcuni problemi di salute ed infine muore l’8 gennaio del 1948.

 

Mostre Svolte

close
SETTANTA  RYOSUKE  COHEN

SETTANTA RYOSUKE COHEN

MARGINALI ATTIVI

dal 31 luglio al 01 dicembre 2018
MARCELLO  DIOTALLEVI

MARCELLO DIOTALLEVI

IN FORMA DI VIAGGIO

dal 18 aprile al 01 luglio 2018
GUGLIELMO  ACHILLE  CAVELLINI

GUGLIELMO ACHILLE CAVELLINI

Cavellini Artistamp / Mostra a domicilio

dal 22 dicembre al 31 marzo 2018
MARCEL  DUCHAMP 1887 - 2017

MARCEL DUCHAMP 1887 - 2017

1887 – Area di Confine Porta Duchamp

dal 28 agosto al 26 novembre 2017
KURT  SCHWITTERS  1887 - 2017

KURT SCHWITTERS 1887 - 2017

1887- Kurt Merz/Ecology

dal 06 maggio al 13 agosto 2017
JOHN  M.  BENNETT

JOHN M. BENNETT

“EXPERIMENTAL VISUAL POETRY”

dal 12 gennaio al 02 aprile 2017
ALESSANDRA ANGELINI

ALESSANDRA ANGELINI

L'UNIVERSO DENTRO TRA LUCE E COLORE

dal 20 ottobre al 08 gennaio 2017
CRUCIFIXION - Shozo Shimamoto

CRUCIFIXION - Shozo Shimamoto

ArtVerona I Art Project Fair 2016 - i7 Spazi Indipendenti Italiani

dal 14 ottobre al 17 ottobre 2016
JOSEPH   BEUYS

JOSEPH BEUYS

WHAT WOULD YOU PUT IN THE HAT OF JOSEPH BEUYS

dal 29 aprile al 27 agosto 2016
 BEN  VAUTIER

BEN VAUTIER

OTTANTA BEN VAUTIER

dal 21 dicembre al 27 marzo 2016
Retrospettiva / RYOSUKE  COHEN

Retrospettiva / RYOSUKE COHEN

FRACTAL PORTRAIT PROJECT 2001 - 2015

dal 13 settembre al 28 novembre 2015
Shozo  Shimamoto 1928 - 2013

Shozo Shimamoto 1928 - 2013

Virtual Fluxus Two / Mostra Collettiva Internazionale

dal 16 luglio al 29 agosto 2015
Shozo  Shimamoto   1928 - 2013

Shozo Shimamoto 1928 - 2013

Virtual Fluxus Poetry / Mostra Collettiva Internazionale

dal 31 maggio al 12 luglio 2015

Nessuna mostra in programma

Al momento non è presente nessuna mostra in programmazione.

Bongiani Arte Contemporanea

 

Sala 1 / Kurt  Schwitters, Hannover – Germania I Stathis Chrissicopulos, Patrasso – Grecia I Rosalie Gancie, Maryland – Usa I Cinzia Farina, Enna – Italia I Pier Roberto Bassi, Castel Mella (BS) -  Italia I Lars Schumacher, Hannover – Germania I John  M. Bennett,  Columbus – Usa I Anna Boschi, Castel S. Pietro Terme – Italia I Alfonso  Caccavale, Afragola – Italia I Luisa Bergamini, Bologna – Italia I Mauro Molinari, Velletri – Italia I Fernanda Fedi, Milano – Italia I Carlo Iacomucci, Macerata – Italia I Maria Josè Silva - Mizè – Portogallo I Emilio Morandi, Ponte Nossa – Italia I Willemien Visser, Oldenburg – Germania I Marcello Diotallevi, Fano – Italia I Clemente Padin, Montevideo – Uruguay I Cesar Reglero Campos, Tarragona – Spagna I Fulgor C. Silvi,  Frontone – Italia I Carl Baker,  Peter Borough Ont.- Canada I Ruggero Maggi, Milano – Italia I Gino Gini, Milano – Italia I Vittore Baroni, Viareggio – Italia.

 

Sala 2 / Remy  Penard, Limoges – Francia I Giovanni Bonanno, Salerno – Italia I Susanne Schumacher, Hannover – Germania I Lancillotto Bellini, Verona – Italia I Giancarlo Pucci, Fano – Italia I Daniele Virgilio. La Spezia – Italia I Domenico Ferrara Foria, Foria – Italia I Antonio Sassu, Torreglia – Italia I Adriano Bonari, Bergamo – Italia I Mauro Dal Fior, Verona – Italia I Renata e Giovanni Strada, Ravenna – Italia I Luc Fierens, Weerde – Belgio I C. Mehrl  Bennett, Columbus – Usa I Domenico Severino, Pompei – Italia I G. Franco  Brambati, Milano – Italia I Linda Paoli,  Campi Bisenzio – Italia I Rosa Gravino, Canada De Gomez – Argentina I Guido Capuano, Ispica – Italia I Andrea Bonanno, Sacile – Italia I Lamberto Caravita, Massa Lombarda – Italia I Ramona Palmisani, San Severo – Italia

 

Sala 3 / Rolando Zucchini, Foligno – Italia I Gruppo Sinestetico,  Torreglia – Italia I Bruno Cassaglia, Quiliano – Italia I Leonor Arnao, La Plata – Argentina I Francesco Aprile, Capranica di Lecce – Italia I Mabi Col, Genova – Italia I Russell Manning, Dallas – Usa I Angela Caporaso, Caserta – Italia I Rosanna Bucci, Corato – Italia I Marina  Salmaso – Danimarca I Borderline Grafix, Austin – Usa I Roberto Scala, Massa Lubrense – Italia I Claudio Romeo, Villa  Raverio – Italia I Daniel  Daligand,  Levallois – Francia I Patrizia Battaglia, Massa Lombarda – Italia I Pascal Lenoir, Grandfresnoy – Francia I Mighel Jimenez, Sevilla – Spagna I Rosanna  Veronesi, Milano – Italia I Maribel Martinez, La Plata – Argentina I Oronzo Liuzzi, Corato – Italia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torna su